Menu

Trattamento delle riflessioni primarie in regia di mix – RFZ reflection free zone

In questa pagina discuteremo di cosa sono le riflessioni primarie e perchè occorre controllare.

Una volta posizionato il punto di ascolto e le sorgenti avremo ottenuto il miglior compromesso possibile nella nostra sala non trattata, ma ancora avremo le risonanze modali e una risposta in frequenza non equilibrata. Quello che vogliamo fare adesso è piegare le dimensioni della sala al nostro volere.

Le riflessioni sulle pareti del suono emesso dalle sorgenti ci portano ad avere un suono diretto compromesso nella sua naturalezza. Si chiamano riflessioni primarie le riflessioni che per prime, incidendo sulle pareti per poi rimbalzare, raggiungono il nostro orecchio rispetto al suono diretto.

Vengono investite in questo movimento tutte le frequenze dello spettro riproducibile nella nostra sala e il nostro compito è abbattere le pareti (in senso figurato!) grazie alla “finestra aperta” (la legge di Sabine) che i pannelli ad alta efficienza possono offrire. In pratica è proprio come se demolissimo la parete per aprire una finistra sul silenzio, ma attenzione: funziona solo con correttori acustici, come i nostri, in grado di offrire il 100% di assorbimento su una parte molto estesa dello spettro sonoro.

Se utilizziamo i nostri pannelli fonoassorbenti AkuPan sapremo di ottenere il 100% di assorbimento sulle frequenze medie e addirittura ancora più del 75% a 250Hz con soli 5 cm di spessore ottenendo una focalizzazione, una spazialità e una tridimensionalità eccezionali.

Se sostituiamo i pannelli fonoassorbenti con delle bass traps broadband (cioè che assorbono su tutto lo spettro) come le nostre Kombat o LowMaster, con spessori fino a 20 cm, allora estendiamo l’assorbimento anche nel registro più basso. Ed ecco una cassa sempre più grossa, compatta e decisa che si percepisce bene anche a bassi volumi e non si infanga nelle trame del basso elettrico ma prende corpo abbracciando il nostro mix e definendo un nuovo e più concreto concetto di Ritmo.

Il rullante e la cassa, ora che possiamo sentirli e mixarli nella loro essenza, diventano delle “fucilate” così come tutti i transienti rapidi: la soddisfazione di un fonico si traduce in un sorriso immenso. La prima volta non si scorda mai.

Le differenze tra i compressori non restano più nel limbo delle teorie “dei professionisti” ma finalmente possiamo percepirle e davvero optare per delle scelte importanti in merito ad attacco, rilascio, rapporti e armoniche che imbarazzati abbiamo sempre detto di sentire, ma fino ad ora neppure percepivamo non per nostra mancanza ma per difetti oggettivi della sala.

Piano piano il nostro volume generale di ascolto si abbasserà perchè sentiremo tutto nella sua giusta collocazione e le nostre orecchie ci ringrazieranno di tutto questo anche dopo ore e ore di lavoro.

Io per esempio quando lavoro su un mix nel mio studio trattato ho l’abitudine di utilizzare molto spesso uno smartphone con le app che monitorano il livello di SPL (Sound Pressure Level). Anche se le misurazioni con queste app possono essere considerate imprecise (a cosa serve in questa fase? E’ solo un riferimento) un po’ per curiosità, un po’ per avere un livello costante anche di comparazione con altri dischi, i miei livelli di ascolto restano facilmente e costantemente tra i 70dB(A) SPL e gli 85dB(A) SPL. Un mix a 70dB(A) con un trattamento acustico assente o non lineare è nella pratica impossibile da gestire. Gli 85dB(A), dall’altro lato rappresentano già una soglia nella quale la compattezza della bassa frequenza desiderata si esprime alla perfezione.

Quando poi ci si vuole divertire ancora un po’, andare oltre gli 85db(A) diventa esaltante ma se la sala non è trattata o è trattata nel modo sbagliato, allora diventa tutto solo assordante e tremendamente faticoso.

Contattateci se avete dubbi o domande oppure compilate il modulo per la consulenza acustica gratuita per richiedere un progetto acustico personalizzato: saremo ben lieti di aiutarvi a compiere un passo fondamentale per la migliorare la qualità del vostro studio e prenderci cura delle vostre passioni!